paraphrasing help carol and collection development and dissertation and south africa critical and analytical thinking cover letter to university admission distribution coordinator resume
Comune di Brugnera



Il tuo percorso: Villa Varda


Notizia

11.08.20 08:47 Età: 108 days

A Villa Varda di Brugnera al via il progetto “Fvg in movimento. 10mila passi di salute”.

 

Il “Percorso a piedi nel complesso storico, architettonico e naturalistico di Villa Varda” è stato presentato venerdì  7 agosto alle ore 10, presso il punto di partenza, cancello principale di Villa Varda. 

Il percorso è realizzato nell’ambito del progetto “FVG IN MOVIMENTO. 10 mila passi di Salute”, progetto sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia- Direzione centrale Salute e realizzato da Federsanità ANCI FVG, in collaborazione con PromoTurismo FVG e l’Università degli Studi di Udine. La finalità è quella di rendere facilmente accessibili le scelte salutari dei cittadini (corretti stili di vita), con l’obiettivo della massima diffusione tra la popolazione, ovvero favorire e promuovere la pratica dell’attività fisica e motoria per tutti. 

La facile passeggiata, praticabile anche con tecnica di Nordic walking, si snoda nel parco di 18 ettari del complesso storico-architettonico di Villa Varda lungo viali, boschetti e il fiume Livenza, con partenza ed arrivo alla cancellata d’entrata principale alla villa. La lunghezza complessiva è di circa 2 km, con un tempo di percorrenza media di 20 minuti.  

Il parco ha assunto l’attuale configurazione nella seconda metà dell’Ottocento, quando il cav. Carlo Marco Morpurgo, appartenente ad una facoltosa famiglia triestina, acquistò la tenuta ed avviò la ristrutturazione degli edifici e la sistemazione paesaggistica del parco all’inglese.

Lungo il percorso è possibile anche ammirare significative architetture quali la Villa dominicale,  il “Cantinon”, o “Canevon”, d’inizio ‘800 con annesso “giardino delle rose”  la corte con scuderia; il ponticello-pagoda, di ispirazione cinese, fine ‘800, ricostruito in base a foto d’epoca; l’Oratorio  eretto nel 1670, restaurato dall’architetto D. Rupolo ed affrescato da T. Donadon in stile neogotico ad inizio ‘900; la ghiacciaia con sovrapposta torre; il mausoleo con le spoglie dei Morpurgo, proprietari della Villa fino al 1943 e l’aranciera.