Comune di Brugnera



Il tuo percorso: Villa Varda


Notizia

16.04.10 06:52 Età: 10 yrs

Severino Galassi

 

Poesie e scultopitture di un friulano d'adozione

Sarà inaugurata sabato 24 aprile alle 18 in Villa Varda, con una presentazione di Pier Carlo Begotti, la retrospettiva di Severino Galassi (Carrara1923 - Paluzza1993). La mostra, curata dall'Associazione Blues in Villa, rimarrà aperta fino al 16 maggio, il sabato e la domenica, mattina 9.00-12, pomeriggio 14.30-19.

 Severino Galassi frequenta l’Accademia di belle Arti a Carrara, nel 1944 si trasferisce in Friuli, prima a Cercivento poi a Paluzza dove lavora come marmista e scultore.Dal 1961 si dedica prevalentemente alla pittura, al disegno e alla poesia. L’esperienza di marmista fa si che trasporti nella sua pittura i materiali della lavorazione, polveri di marmo mescolate a colla e colori accesi, sviluppando sulla tela e prevalentemente su tavola le sue opere dando rilievo e spessore materico al suo lavoro. Si distingue per una ricerca del tutto personale di tecnica pittorica che egli definì con il termine di Scultopittura. Le tematiche principali sono basate sulla stilizzazione di figure umane, di animali che seguono il filone inerente alle problematiche del dolore e della violenza. Numerose mostre allestite in varie città d’Italia lo fanno conoscere quale esponente di un ampio linguaggio culturale che spazia dalla scultura alla pittura non tralasciando l’opera poetica. Una mostra antologica gli viene dedicata nel 1995 alla Galleria d’Arte Moderna di Udine.