Comune di Brugnera



Il tuo percorso: Villa Varda


Notizia

02.10.08 08:31 Età: 11 yrs

La via della seta

 

Dal Mediterraneo all'Asia centrale - Inaugurazione Sabato 20 settembre 2008

Inaugurazione Mostra 20 settembre ore 18.00

apertura 20 settembre - 30 novembre 2008

orari di visita:

  • mercoledì, giovedì, venerdì ore 9.30 - 12.00 / 15.00 - 18.00
  • sabato e domenica: 9.30 -12.00 / 14.30 - 18.30

ingresso € 5.00
 
per informazioni:

  • tel 0434 616738
  • fax 0434 624559

Comunicato Stampa

L’Oriente ha sempre esercitato un grande fascino su quanti ne sono venuti in contatto. Viaggiatori per mestiere o per passione, da Marco Polo in  poi hanno narrato affascinati quanto vedevano nelle terre della Via della Seta.  Oggi che tutto si è fatto più vicino, apparentemente meno misterioso, il fascino del mondo orientale, o almeno della sua storia e delle sue tradizioni, resiste intatto o quasi. La mostra su La via della seta e la Cina ospitata lo scorso anno a Villa Varda ha avuto migliaia di visitatori. Il successo di questa esposizione ha incoraggiato il comune di Brugnera e la Provinci9a di Pordenone nel riprendere l’iniziativa, con una seconda mostra attinta sempre dalla vastissima collezione di Adamo Covre, frutto di trent’anni di viaggi compiuti dal suo proprietario in tutte le regioni d’Oriente, da quelle che si affacciano sul Mediterraneo a quelle più estreme lambite dal Pacifico.

Questa seconda esposizione è dedicata ai percorsi della Via della Seta dal Mediterraneo all’Asia centrale. Esplorerà un oriente che è quasi ancora Europa, come l’Anatolia, sulle cui sponde egee fiorì, prima ancora che in Grecia, la civiltà ellenica,  la cultura ellenistica, le più fiorenti chiese cristiane dell’antichità, e poi, fino ad oggi, un mondo islamico completamente diverso, talvolta contrapposto, a quello arabo o persiano.

Il viaggio entrerà poi nelle terre mediorientali, sede delle più antiche civiltà, luogo della Genesi biblica, terra di viaggiatori inquieti come Abramo,  intraprendenti come i mercanti di Damasco. 

Più in là il percorso si snoderà in terre ancor oggi misteriose: Kirghizistan, Uzbekistan, Turkmenistan. Steppe immense, luoghi di sconosciuti popoli nomadi, estreme propaggini meridionali del più grande impero della storia, grandioso ed effimero ad un tempo: quello dei Mongoli.  Per finire poi in Pakistan, mondo sospeso tra religione islamica e civiltà indiana.

La mostra sarà inaugurata in Villa Varda sabato 20 settembre, alle ore 18 e rimarrà aperta fino al 16 novembre, nei giorni feriali (mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.